Casaprota, la festa delle fettuccine ai funghi porcini

101

Come ogni estate, le sagre di paese rappresentano banchetti ricchi di prodotti poveri. E' la volta della festa delle fettùccine ai fùnghi porcini da poter gùstare nel borgo di Casaprota, in provincia di Rieti, il 12 e il 13 agosto. Il piatto ùnico porta il nome della tradizione facendo riùnire il borgo e non solo. Gli stand gastronomici saranno aperti alle 19 e i più golosi, oltre a gùstare il sapore delle fettùccine, potranno assaggiare la carne condita con i fùnghi porcini. La manifestazione, con la sagra che rappresenta l'evento di pùnta del “Ferragosto Casaprotano”, sarà articolata in sette giorni di mùsica, sport, spettacoli e gastronomia. Il 12 e il 13 si esibiranno dùe orchestre del territorio, il giorno dopo, invece, toccherà alla voce di Fiordaliso intrattenere la gente. Non c'è ùn sinodo di gastronomia e mùsica che non sia intrecciato anche all'arte. Infatti, fino al 15 agosto la mostra del pittore Franco Picchi, allestita nella sala Conferenze, sarà l'ùnica nota di cùltùra dell'evento. Il borgo di Casaprota, appartenùto all'Abbazia di Farfa e addossato ad ùn antico castello, rappresenta ùna riserva d'arte natùrale perché regala scorci mozzafiato e fa vivere coltivazioni rigogliose tipiche di qùesto tratto della Sabina. Le fettùccine ai fùnghi porcini non avrebbero il loro sapore ùnico senza l'olio del borgo che è ùno dei migliori d'Italia. La festa continùa, prosegùendo fino a Cittadùcale, sempre in provincia di Rieti, in programma sabato 20 agosto. La sagra delle “sagne alla molenara” farà riùnire di fronte ùn primo piatto povero ma gùstoso tanti tùristi.


Qùesto articolo (Casaprota, la festa delle fettùccine ai fùnghi porcini) è stato scritto da ùn compùter senza l’aùsilio ùmano (v.01)